Ammortamenti e cespiti

E’ quella procedura contabile riferita ai beni strumentali, il costo degli stessi non viene interamente dedotto nell’esercizio di acquisto del bene, ma viene ripartito in base alla prevista durata del bene stesso.

Civilisticamente gli ammortamenti devono essere stanziati in modo sistematico in relazione alla residua possibilità di utilizzazione delle immobilizzazioni.

Le norme tributarie prevedono invece il calcolo delle quote d’ammortamento come da tabella ministeriale in particolare i coefficienti applicabili sono i seguenti:

  • per i beni acquistati fino al 31/12/1987 e per i beni acquistati nel 1988 entrati in funzione entro il 31/12/1988 si applicano i coefficienti stabiliti con D.M. del 29/10/1974;
  • per i beni entrati in funzione dal 1989 ad oggi, si applicano gli ultimi coefficienti d'ammortamento, approvati con D.M. del 31/12/1988.

La tabella contenuta nel decreto ministeriale è suddivisa in gruppi e specie di attività produttive all'interno delle quali vengono individuati specifici coefficienti di ammortamento per le diverse tipologie di beni impiegati.

Non si tratta di un'elencazione esaustiva perché è possibile che l'impresa utilizzi beni non espressamente previsti in tabella.

L'assenza di un bene in un determinato gruppo di imprese sta a significare che tale bene non è stato considerato strumento tipico di quel settore, in tal caso si deve far riferimento ai coefficienti previsti per beni simili appartenenti ad altre categorie di imprese (Ris. 22 marzo 1980 n. 9/074).

Visualizza pagina di approfondimento

238 recensioni.

ASPETTI FISCALI DELLA VITICOLTURA

Impianto di nuovi vigneti, sono beni materiali da ammortizzare come spese relative a più esercizi con riferimento ai dati agronomici.

Autore: Non Definito . Fonte: Ratio nr. 7 del 16/06/2004 pag. 49

Recensione di Roberto Castegnaro


IL NUOVO TUIR SMARRISCE L'AFFITTO (D'AZIENDA)

Nel caso di affitto d'azienda il nuovo TUIR non riprende la norma che consente l'ammortamento al concedente nel cao di deroga contrattuale all'art. 2461 cc.Opportuno un chiarimento ufficiale.

Autore: Rizzardi Raffaele Fonte: Il Sole 24 Ore nr. 117 del 28/04/2004 pag. 21

Recensione di Roberto Castegnaro


CONTRIBUTI IMPIANTI A DOPPIO REGIME

L'associazione dottori commercialisti di Milano detta le regole ante e post 1998 sul trattamento dei contributi in conto impianti. ./.

Autore: Testo di Legge Circ. Risoluzione Fonte: Il Sole 24 Ore nr. 77 del 18/03/2004 pag. 22

Recensione di Roberto Castegnaro


GUIDA AL BILANCIO 33

Il terzo di tre fascicoli destinato a commentare le novità sulla redazione dei bilanci 2003 alla luce della riforma societaria e del TUIR. ./.

Fonte: Il Sole 24 Ore nr. 72 del 13/03/2004 pag. 13

Recensione di Roberto Castegnaro


AMMORTAMENTO RIDOTTO RECUPERO QUOTE NON DEDOTTE

Il nuovo art. 102 del TUIR in materia di ammortamenti non prevede più l'indeducibilità del minor ammortamentoto operato rispetto alla metà di quello previsto dai coefficienti ministeriali.

Autore: Vedi Annotazioni Fonte: Settimana Fiscale nr. 2 del 15/01/2004 pag. 12

Recensione di Roberto Castegnaro


Contributi in conto capitale - Aspetti civilistici e fiscali, con esame di un caso pratico

Differenza fra contributi in conto esercizio e capita e esame di questi ultimi con relative rilevazioni contabili.

Autore: Vedi Annotazioni Fonte: Il Fisco nr. 12 del 31/03/2003 pag. 1807

Recensione di Roberto Castegnaro


Stop alle interferenze fiscali sui bilanci

Con la riforma societaria sono state eliminate le interferenze fiscali sul bilancio.

Autore: Roscini Vitali Franco Fonte: Il Sole 24 Ore nr. 9 del 10/01/2004 pag. 22

Recensione di Roberto Castegnaro


Diritti sui film a regime comune

I film in proprietà e quelli in licenza si ammortizzano in tre anni secondo l'art. 68 comma 1 del TUIR, anche se la licenza è di durata superiore ai 3 anni. RM. 35/E del 13.2.2003.

Fonte: Il Sole 24 Ore nr. 51 del 21/02/2003 pag. 23

Recensione di Roberto Castegnaro