730 A RIMBORSO ANCHE IN PRESENZA DEL SOSTITUTO

[Interessante]

  Recensione di Roberto Castegnaro     Pubblicata il 02/06/2020

Autore: Vedi Articolo Fonte: Agenzia Entrate del 02/06/2020


Classificazione:

Leggi collegate:

img_report

Anche il presenza del datore di lavoro è possibile chiedere il rimborso diretto nel 730


Per il periodo d’imposta 2019 (modello 730-2020), anche in presenza di un sostituto d’imposta tenuto a effettuare il conguaglio, i contribuenti titolari dei redditi di lavoro dipendente e assimilati possono scegliere nel campo “Sostituto d’imposta” l’opzione “Nessun sostituto”.

Questa possibilità è stata prevista dall’art. 159-bis del decreto legge n. 34/2020, per le difficoltà che potrebbero avere i sostituti d’imposta, anche per l’eventuale insufficienza dell’ammontare complessivo delle ritenute da trattenere.

In tali situazioni, il rimborso viene erogato direttamente dall’Agenzia delle entrate sul conto corrente bancario o postale indicato dal contribuente.

Se dal modello 730 emerge un debito, invece, è possibile effettuare il pagamento direttamente on line.

La procedura della dichiarazione precompilata consente, di indicare l’Iban del conto corrente su cui effettuare l’addebito.

Se questa informativa è stata utile, la invitiamo a iscriversi al ns. sito, riceverà così un aggiornamento gratuito e quotidiano sulle novità fiscali, societarie e del lavoro – Iscrizione gratuita

Indietro