Professionisti Lavoro Autonomo

I professionisti determinano il reddito col criterio di cassa, (salvo specifiche deroghe) quindi il reddito è dato dalla differenza fra quanto incassato e quanto pagato. Gli articoli di riferimento sono il n. 53 Redditi di lavoro autonomo e il n. 54 Determinazione del reddito di lavoro autonomo del TUIR.

Il compenso si considererà incassato nel periodo di imposta in cui la somma è incassata o materialmente disponibile sul conto corrente bancario.

Per quanto riguarda i pagamenti tramite banca il momento dell’incasso deve essere individuato con riferimento alla data dell’operazione e non a quella di valuta rilevante solo per il computo degli interessi bancari.

Visualizza pagina di approfondimento

168 recensioni.

PROFESSIONISTI SENZA PROGETTO

La cococo istaurata con un professionista iscritto in uno degli albi esistenti al 24.10.2003, non necessita del progetto o del programma. Rif. art. 61 c. 3 Legge Biagi. ./.

Autore: Gheido Maria Rosa Fonte: Il Sole 24 Ore nr. 48 del 18/02/2004 pag. 29

Recensione di Roberto Castegnaro


COMPENSI PER PUBBLICHE FUNZIONI - QUALIFICAZIONE REDDITUALE A SECONDA DEI SOGGETTI PERCETTORI

Esercizio di pubbliche funzioni e qualifica di reddito professionale o assimilato al lavoro dipendente esame dei casi

Autore: Vedi Annotazioni Fonte: Settimana Fiscale nr. 6 del 12/02/2004 pag. 40

Recensione di Roberto Castegnaro


Artisti stranieri, ritenuta al 30%

Trattamento fiscale dei compensi ad artista residente in Germania per opere trasmesse nel territorio italiano. Niente ritenuta del 30% in quanto applicabile la convenzione contro le doppie imposiz.

Autore: Antonelli Alessandro Fonte: Il Sole 24 Ore nr. 40 del 10/02/2004 pag. 24

Recensione di Roberto Castegnaro


Parcelle nel reddito autonomo

Dal 2004 i redditi derivanti da revisori enti pubblici e CTU dei tribunali sono attratti al reddito di lavoro autonomo se chi li presta svolge attività libero professionale

Autore: De Stefani Luca Fonte: Il Sole 24 Ore nr. 348 del 20/12/2003 pag. 29

Recensione di Roberto Castegnaro


A scuola l'avvocato revisore produce reddito assimilato

Il compenso per l'incarico di revisore nelle scuole assume qualifiche diverse a seconda del soggetto che lo fornisce,

Autore: Vedi Annotazioni Fonte: Il Sole 24 Ore nr. 341 del 13/12/2003 pag. 31

Recensione di Roberto Castegnaro


Cessione dello studio professionale - Aspetti fiscali

Trattamento fiscale della cessione di uno studio professionale tra parere dell'Agenzia e quello delle Commissioni Tributarie

Autore: Rebecca Giuseppe Fonte: Il Fisco nr. 45 del 08/12/2003 pag. 7013

Recensione di Roberto Castegnaro


Occasionali al bivio dei compensi

Il 24.10.2003 è entrata in vigore la legge biagi ma sono necessari molti chiarimenti, per prestazioni occasionali e per le prestazioni accessorie.

Autore: Maccarone Giuseppe Fonte: Il Sole 24 Ore nr. 293 del 25/10/2003 pag. 24

Recensione di Roberto Castegnaro


Per gli utili all'associato il contratto è superfluo

Norma di comportamento n. 153 dell'Associazione Dottori Commercialisti di Milano ADC che esclude la rilevanza del contratto scritto di Associazione in Partecipazione.

Autore: Non Definito . Fonte: Il Sole 24 Ore nr. 291 del 23/10/2003 pag. 26

Recensione di Roberto Castegnaro


Niente ritenuta d'acconto per la mora sulle spese

Quando assoggetare a ritenuta, gli interessi di mora addebitati da un professionista.

Autore: De Stefani Luca Fonte: Il Sole 24 Ore nr. 254 del 16/09/2003 pag. 31

Recensione di Roberto Castegnaro


Profili fiscali della cessione dello studio professionale

Interessante disamina del regime di tassazione applicabile alla cessione, donazione, cessione dagli eredi dello studio professionale. Mancano tuttavia alcune certezze.

Autore: Zanetti Enrico Fonte: Il Fisco nr. 31 del 01/09/2003 pag. 4891

Recensione di Roberto Castegnaro