Familiari a carico

L'art. 12 del TU prevede che sono considerati fiscalmente a carico i familiari che possiedono un reddito complessivo annuo non superiore a un determinato reddito che:

  • è pari a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.
  • dall'1.1.2019, il suddetto limite è elevato a 4.000 euro, ma solo per i figli di età non superiore a 24 anni (art. 1 c. 252 L. 205/2017).

Ai fini del requisito di età, per i figli fino a 24 anni, l'Agenzia ha chiarito a telefisco 2018 che il requisito deve ritenersi sussistere per l'intero anno in cui il figlio compie i 24 anni.

Detrazione per figli a carico

La detrazione per figli a carico, prevista dal primo comma, lett. c, dell’art. 12 del Tuir, spetta a prescindere dall’età del figlio e dalla convivenza. Per usufruire delle detrazioni per familiare a carico e di quelle relative alle spese mediche sostenute per lo stesso, tuttavia, è necessario che, nel periodo d’imposta per il quale si richiedono, il figlio non abbia un reddito superiore a quanto sopra indicato.

I genitori non possono ripartire liberamente tra loro la detrazione per i figli a carico in base alla convenienza economica, l’Agenzia delle entrate ha chiarito che nel caso di genitori non legalmente ed effettivamente separati, la detrazione va ripartita per legge nella misura del 50% ciascuno.
In alternativa i genitori possono accordarsi per attribuire l’intera detrazione a quello dei due che possiede il reddito complessivo di ammontare più elevato.

Figli del coniuge
La condizione di figlio a carico presuppone, un rapporto di parentela con la persona che usufruisce della detrazione. Nel caso della madre con figlio a carico che successivamente si sposa con una persona diversa dal padre naturale del figlio, la detrazione può essere attribuita, in assenza di provvedimenti per il riconoscimento, solo alla madre, anche se, di fatto, non può usufruirne per incapienza d’imposta (circolare dell’Agenzia delle entrate n. 34/2008).

Familiari a carico di cittadini extracomunitari

La legge n. 296/2006 art. 1 c. 1325, prevede che cittadini extracomunitari che richiedono le detrazioni per familiari a carico, devono attestare lo status di familiare, con uno dei seguenti documenti:

  • documentazione originale prodotta dall'autorità consolare del Paese d'origine, con traduzione in lingua italiana e asseverazione da parte del Prefetto competente per territorio;
  • documentazione con apposizione dell'Apostille, per i soggetti che provengono dai Paesi che hanno sottoscritto la Convenzione dell'Aja del 5.10.61;
  • documentazione validamente formata dal Paese d'origine, ai sensi della normativa ivi vigente, tradotta in italiano e asseverata come conforme all'originale dal Consolato italiano del Paese d'origine.
Visualizza pagina di approfondimento

29 recensioni.

Bonus per mancato assegno di mantenimento

Contributo destinato ai genitori che, causa Covid, non hanno ricevuto l’assegno di mantenimento da parte del coniuge.

Autore: Testo di Legge Circ. Risoluzione Fonte: Agenzia Entrate del 01/11/2022

Recensione di Roberto Castegnaro


Assegno unico e universale messaggio Inps sulle modifiche

Un quadro sintetico sui cambiamenti della disciplina apportati dal decreto “Semplificazioni” riguardanti, fra l’altro, alcune ipotesi di estensione in caso di nuclei familiari degli orfani

Autore: Testo di Legge Circ. Risoluzione Fonte: Agenzia Entrate del 29/09/2022

Recensione di Roberto Castegnaro


FIGLIO A CARICO SE LA BORSA DI STUDIO E' ESENTE

Figlio minore di 24 anni che ha percepito solo la borsa di studio universitaria per un importo superiore a 4.000 euro

Autore: Vedi Articolo Fonte: Agenzia Entrate del 23/07/2022

Recensione di Roberto Castegnaro


Domande assegno unico universale figli entro il 30 giugno con gli arretrati

Le richieste vanno trasmesse attraverso il portale dell’Inps, accedendo all’area riservata con Spid, Cie o Cns, tramite i patronati o il contact center dell’Istituto previdenziale nazionale

Autore: Vedi Articolo Fonte: Interfile Fiscale del 16/06/2022

Recensione di Roberto Castegnaro


Nelle famiglie con figli disabili l’assegno unico è potenziato

Contenuto esclusivo per utenti abbonati

L’extra è variabile in base alla condizione economica del nucleo - Per chi ha oltre 21 anni possibile cumulo assegno e detrazione

Autore: Vedi Articolo Fonte: Il Sole 24 Ore del 24/02/2022

Recensione di Roberto Castegnaro


Assegno unico e revisione Irpef

la revisione dell’Irpef e l’introduzione dell’assegno unico e universale per i nuclei familiari con figli minori di 21 anni.

Autore: Testo di Legge Circ. Risoluzione Fonte: Agenzia Entrate del 25/01/2022

Recensione di Roberto Castegnaro


Detrazione per altri familiari a carico

Possibile usufruire della detrazione fiscale per “Altro familiare a carico” il coniuge separato legalmente con sentenza

Autore: Vedi Articolo Fonte: Agenzia Entrate del 25/05/2021

Recensione di Roberto Castegnaro


Familiari a carico non residenti in Italia

Contenuto esclusivo per utenti abbonati

Un cittadino extracomunitario residente fiscalmente in Italia può usufruire delle detrazioni per i figli a carico che risiedono all’estero

Autore: Vedi Articolo Fonte: Agenzia Entrate del 08/05/2021

Recensione di Roberto Castegnaro


FAMIGLIARE A CARICO E COMPENSI DA ASD

Fino a 10.000 euro i compensi della associazione sportiva non si considerano ai fini della verifica di famigliare a carico

Autore: Vedi Articolo Fonte: Agenzia Entrate del 24/11/2020

Recensione di Roberto Castegnaro


DETRAZIONI E DEDUZIONI PER NON RESIDENTE CHE DICHIARA REDDITI IN ITALIA

Cittadino italiano residente all’estero che possiede in Italia un immobile e percepisce delle somme dalla sua locazione.

Autore: Vedi Articolo Fonte: Agenzia Entrate del 24/08/2020

Recensione di Roberto Castegnaro